Una corsa per Central Park… o per il Parco Sempione! 

”Il sabato non avevamo lezioni a scuola, quindi sfruttai la mattinata per andare a correre. Central Park era piuttosto libera rispetto al solito, ma meglio per me. Amavo stare da sola con la natura, tra le foglie, il verde dei prati in fiore. Mettevo a fuoco quello che avevo attorno, mi fermavo per qualche secondo, inspiravo profondamente e… Click. Creavo un ricordo. Lasciavo che nella mia mente entrasse l’immagine degli scoiattolini giunti ai miei piedi, desideranti ardentemente una ghianda. Ne prendevo una da terra e la lanciavo qualche metro più in là per fargliela seguire. Questi la conquistavano, accennavano un gesto di ringraziamento con la coda e si rintanavano sugli alberi. Puff, spariti tra le fronde. Quel giorno ero in possesso soltanto del cellulare, perché non sarei di certo riuscita a correre con la mia Canon in spalla. Decisamente troppo pesante. Così, mi limitavo a qualche scatto semplice e tradizionale, raffigurante la vita quotidiana di chi mi stava attorno. Un uomo in giacca e cravatta con una valigetta nera, un anziano e il suo nipotino con la felpa sporca di gelato, una coppia di sposi durante un servizio fotografico. Vivevo così, delle piccole cose, semplici gesti cittadini.”

Buongiorno ☀️ a tutti! 

Così, scrivo in un capitolo del mio libro (vi ricordo che é in vendita su Amazon al costo di 13 euro nella versione cartacea ed al costo di 6 euro nella versione E-book; inoltre, per i possessori dell’abbonamento Kindle Unlimited, é gratuito! Per cui, approfittatene!), mentre Amelia se ne va in giro spensierata per Central Park e gioca con gli scoiattolini.

Beh, l’ho fatto anche io! 😜

E poi, ieri pomeriggio, quando ero in compagnia di un’amica al Parco Sempione di Milano, i ricordi sono riaffiorati, come per magia. La nostalgia é emersa, i luccichii negli occhi, pure. 

Sarà che ho condiviso così tanto con quella città e con le persone che ho conosciuto, che i ricordi sembrano essere indelebili, perfettamente impressi nella mia mente, ma soprattutto, nel mio cuore. 

Come vi avevo precedentemente accennato, l’esperienza a New York mi ha cambiata, mi ha resa una persona ancora più determinata, più sicura e consapevole delle mie stesse potenzialità. Mi ha resa caparbia e ancora più sognatrice. E, inoltre, mi ha dato il coraggio per pubblicare Powerful, che é in definitiva una delle mie più grandi soddisfazioni. Perché sì, é così che é nato Powerful, per gioco, per sfogo, per comunicare quello che avevo dentro; per comunicare ciò che quell’esperienza lontana da casa aveva tirato al di fuori di me. Qualcosa di cui non ero pienamente consapevole. 


Sorrido riguardando queste foto… e, nel contempo, mi chiedo quante volte abbiamo sottovalutato ciò che in realtà avevamo sotto i nostri occhi. La natura é splendida e credo meriti di essere osservata, almeno ogni tanto. In questa dimensione in cui viviamo, sempre di corsa (anche quando sappiamo benissimo di non essere in ritardo! 🤣), di disattenzione verso i dettagli, quanto sarebbe bello fermarsi per un attimo a riflettere guardando ciò che abbiamo attorno? Provate. Potreste rimanerne piacevolmente sorpresi! 


Intanto… auguro a voi tutti un buon proseguimento di giornata! 

Trovate altro a riguardo su instagram: rebix96

— Rebi 😇💞🌹🇺🇸👋🏻

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...