Ascoltami Ora – Maricla Pannocchia: Recensione.

Buona sera a tutti, miei cari lettori.

Oggi vi porto con me in un mondo un po’ diverso da quello a cui siamo abituati. Un mondo diverso dal normale, dal sereno, dalla frivolezza e leggerezza d’animo. Un mondo dove il dolore è così forte ed inspiegabile, dove le parole spesso sono vane di fronte ai veri mostri di cui vediamo rappresentazioni all’esterno. Spesso ci distanziamo da questi e come spiegazione del nostro allontanamento, ne attribuiamo le cause alla paura, alla mancata personalizzazione ed al “perché dovrebbe succedere proprio a me?“. Eppure, come accade tra le pagine e non solo, i mostri di cui parla Maricla Pannocchia nel suo “Ascoltami Ora“, non sono le streghe cattive dipinte nelle favole e non sono draghi che sorvegliano fortezze.

E non si tratta nemmeno di un romanzo, bensì di testimonianze reali, nude e crude come sono. Testimonianze di genitori che hanno perso i propri figli, la parte più importante di se stessi. E in questo caso il mostro è soltanto uno: il cancro.

COPERTINA ASCOLTAMI ORA - STORIE DI BAMBINI E RAGAZZI ONCOLOGICI

 

Delicatezza, gentilezza e soprattutto, rispetto. Queste, le prime parole a cui ho pensato quando mi é stato chiesto di recensire il libro di Maricla Pannocchia. E, subito dopo, mi sono chiesta se fossi adatta a quest’incarico, se fossi la persona giusta. Come può un argomento così delicato pesare al tempo stesso come un macigno?

Sono stati numerosi i momenti di commozione, ma ci sono stati anche istanti inaspettatamente solari, irradianti speranza. La stessa che durante battaglie come quelle narrate tra queste pagine, spesso si offusca.  E in ogni storia ho trovato una forza immemore, che sembrava voler spingersi oltre le pagine stesse. Come quella del papà di Gaia, 15 anni. La sua bimba, una sera nel letto d’ospedale, gli ha detto: sono contenta che sia capitato a me, perché io so come affrontarlo, non riuscirei a vedere qualcun altro star male al posto mio.

heart-2719081_1920

O come la forza di Giulia, che ha trovato di nuovo speranza e l’ha riposta nel futuro:

Adesso sono qui a concretizzarlo, quel futuro che desideravo. Un percorso di studi psicologici che spero mi riconduca al luogo che mi ha ridato la vita; l’ospedale. E tanta, tanta gratitudine per essere qui a parlarne.

Ogni singola storia mi ha trasmesso emozioni intense, difficili da descrivere a parole. Allora lascerei parlare Stefano, che a 25 anni ne festeggia 7  libero dalla malattia, “con la consapevolezza che il cancro ci leva il sorriso, sì, ma solo per fare spazio ad uno più grande. Quel sorriso che si accenderà nei ricordi degli angeli in cielo e in quelli che ancora oggi combattono.

La mamma di Noemi ci regala qualcosa di altrettanto forte, parlando di sua figlia, divenuta proprio uno di questi angioletti.

Noemi, vita mia, hai dimostrato a tutti noi che si può essere lo stesso dei grandi senza fare tanto rumore, perché la tua volontà, la tua determinazione e il tuo atteggiamento erano la voce al di sopra di tutto.

In conclusione vorrei condividere parte della prefazione dell’autrice, che ha fatto qualcosa di straordinario, di unico, davvero.

Alcune cose sono importanti e necessarie, come lavorare per pagare il mutuo o le bollette, ma ho imparato che sono comunque secondarie all’amore. Questa è la lezione più grande che ho ricevuto; in un mondo che dovrebbe essere fatto d’ingiustizia, rabbia, dolore e morte ho trovato la vita vera, quella che non sono mai riuscita a trovare nel cosiddetto “mondo normale”. Ho imparato che aiutare gli altri è ciò che dà senso alla vita.

Link all’acquisto: 

Versione E-book

Versione Cartacea 

Altre info:

Sinossi e Info utili sull’autrice

-N.B. Il ricavato di questo libro, tolte le spese vive, è devoluto ai progetti dell’associazione di volontariato Adolescenti e Cancro e al progetto Pristina di Cure2Children ONLUS.

Per seguire l’associazione:

www.adolescentiecancro.org

www.facebook.com/adolescentiecancro

Per contattare l’associazione:

adolescentiecancro@yahoo.it

Per effettuare una donazione:

C/c postale

Intestato a Associazione di volontariato Adolescenti e Cancro

numero 001033768654

IBAN: IT 84 N 07601 13900 001033768654

CODICE BIC/SWIFT BPPIITRRXXX

CIN N

ABI 07601  CAB 13900

Paypal: adolescentiecancro@yahoo.it

Rebecca Renna, autrice e blogger.

Puoi trovarmi anche qui:

-Instagram

-GruppoFacebook

-e-mail: rebecca.renna@yahoo.com

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...