La sindrome del cuore infranto. Ecco che cosa accade quando il tuo cuore si spezza.

Quando “l’amore spacca il cuore” e no, non è la musica di Laura Pausini.
Quante volte abbiamo sentito dire “Morì di crepacuore“, nei film o direttamente nella realtà? Spesso, non è vero? E quante altre volte siamo stati scettici nell’attribuirvi significato veritiero? Altrettanto spesso, anche in questo caso. Ebbene, la sindrome del cuore infranto esiste eccome e può avere sintomi e conseguenze simili all’infarto. Vediamo un po’ meglio di cosa si tratta.

concept-1313755_1920
Lo psicologo dell’associazione Alice Onlus di Milano Paolo Grampa, ha definito tale condizione come un “manifesto esplicito del proprio stato emotivo“. Infatti, al termine di una relazione o a seguito di una perdita come un lutto, si può incorrere in una condizione tale da provocare a se stessi uno stress emotivo talmente forte da ottenere ripercussioni anche a livello fisico. La cardiomiopatia da stress, termine tecnico per definire la sindrome, è causata dall’alterazione nella quantità di alcuni ormoni, quali adrenalina e noradrenalina. Colpisce in primo luogo le donne in post menopausa ed è caratterizzata da un’acuta, profonda ma reversibile disfunzione del ventricolo sinistro in assenza di una particolare patologia coronarica.

Sintomi
Il tutto comincia con sensazione di difficoltà nel respirare e dolore al petto, fino al raggiungere un successivo svenimento.

Cause e Fattori stressanti
Lo stress indotto da sentimenti come la paura, l’eccessiva rabbia e le condizioni psicologiche in cui ci si trova a seguito della fine di una relazione amorosa o d’amicizia, sono considerabili le cause primarie dello scatenarsi della patologia.
Secondo vari studiosi, la risonanza magnetica è stata un potente alleato per capire di più sul fenomeno. Si è osservato infatti, che un problema di connessione fra l’amigdala, l’ippocampo, il giro dentato e varie zone dell’encefalo che guidano le emozioni e le funzioni autonome del corpo, potesse generare il fenomeno. In sostanza una stimolazione eccessiva del sistema nervoso a causa di un notevole stress emotivo o fisico, può provocare la sindrome del cuore infranto.

heart-3336226_1280
Come ri-assemblare un cuore spezzato
Una volta qualcuno ha detto “Se può essere spezzato, vuol dire che funziona ancora”. Mai esistita affermazione più vera!
Indubbiamente, dopo la fine di una relazione, ci sentiamo smarriti, increduli, vuoti… si soffre, certo, fin qui tutto nella norma. Vivere il dolore e accettarlo è parte fondamentale del processo, ma ciò che non bisogna dimenticare è certamente l’appoggio delle persone che ci vogliono bene. Ottimo motivo per non isolarsi o crogiolarsi nella propria sofferenza mentre ci si ingozza di ogni tipo di schifezze (me compresa, if you know what I mean, ndr).
Scherzi a parte, tutti prima o poi ci passiamo e ci siamo sicuramente passati, ma vi svelo un segreto: si sopravvive.

E poi, ad un tratto, si torna a vivere.

Lo giuro, è davvero così.

 

Rebecca Renna, autrice e blogger.

Fonti
Le scienze

 

Puoi trovarmi anche qui:

-Instagram

-GruppoFacebook

-e-mail: rebecca.renna@yahoo.com

Per acquistare il mio nuovo libro, “T U T T O”:

-Scrivi alla casa editrice Aletheia Editore richiedendone una o più copie: aletheiaeditore@gmail.com 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...