Quando il jeans non è solo un capo, ma una nuova chiave per vivere: “La vita in bianco e Jeans”, il nuovo libro di AntonyWeb

Buonasera miei cari lettori! Come ve la state passando?

Oggi sono qui per parlarvi di una fresca uscita: “La vita in Bianco e Jeans” è il nuovo libro di Antonio Renna (in arte AntonyWeb, nonché mio papà!), una chiave di lettura diversa dall’ordinario su quanto concerne la quotidianità e il cambiamento che ne deriva.

Non importa se abbiamo 14, o più di 60 anni, la filosofia bianco & jeans funziona sempre, è semplice, gratuita e migliora lo stato di benessere psicofisico.
Ci sono infiniti esempi di composizioni in coppia nella vita che sono diventati delle vere icone nei nostri pensieri: le fragole e la panna, un calice di vino davanti ad un tramonto, un secchiello pieno di pop-corn al cinema o la gonna mini e il tacco alto, il rossetto rosso e il solo mascara, e perché no, il bianco ed il jeans.
Abituiamoci quindi, all’idea di poter vivere una giornata con tutte le cose citate prima ed in particolare, al mare, in montagna o in campagna con un libro tra le mani:
“La vita in bianco & jeans” di Antony Web
Vestiamo la nostra anima di una nuova vita finalmente!

È con queste parole che l’autore apre la sua opera, lasciandoci a bocca aperta sin da subito. “La vita in bianco e jeans” infatti, non è un semplice libro, bensì un vero e proprio prêt a porter da tenere sempre a portata di mano. Vi è mai capitato di essere estremamente sicuri di ciò che avevate di fronte? Ecco, dimenticatevene. La convinzione è un mezzo molto potente, ma se vi dicessi che in qualche modo, non porti giovamento in qualsiasi frangente? Se vi ho incuriosito almeno un po’, seguitemi ancora per qualche riga.

Almeno una volta nella vita, ognuno di noi si è sentito perso, smarrito, scoraggiato. In questi casi, che cosa sarebbe meglio fare? Il nuovo libro di Antony Web offre delle chiavi di lettura che, ci scommetto, non avevate ancora considerato. Il cardine della filosofia in bianco e jeans è proprio la chiave infatti, quella per mettere in moto l’esistenza, per ripartire in maniera diversa, inaspettata… ma semplice.

La semplicità sarà il primo aspetto che dovrete tenere a mente per stare bene con voi stessi. Il secondo, ma non per importanza, riguarda ciò che noi tutti ricerchiamo e a cui aspiriamo… la felicità. Questa signora con la F però, non va certo a passeggio da sola. Infatti, miei cari, forse non sapete che la “Ragazza Felicità” -così la definisce l’autore-, si fa lunghe camminate a braccetto con sua cugina, la “Ragazza serenità”. Potrebbe sembrarvi un concetto banale, eppure la presenza di entrambe, è condizione necessaria e sufficiente perché si raggiunga l’una, piuttosto che l’altra. In parole povere… non si possono separare!

“La vita in bianco e Jeans” è un viaggio da fare con se stessi o in compagnia… questo, poco importa. Ciò che è fondamentale però, è la voglia di mettere in discussione ogni cosa, di cambiare i propri piani, di smussare i paradigmi dell’esistenza. Senz’altro, Antonio Renna, c’è riuscito.

E voi? Siete pronti?

LINK PER L’ACQUISTO

Inevitabile che mi abbia coinvolta particolarmente. È stata un’esperienza che ho apprezzato infinitamente, perché mi ha arricchita di prospettive che certamente non avevo mai avuto occasione di considerare. Spero con tutto il cuore che sarà così anche per voi.

Come sempre, buona lettura a tutti.

Rebecca Renna, autrice e blogger.

Puoi trovarmi anche qui:

Instagram: @suaviterre
Gruppo ufficiale Facebook fondato da mio papà: Powerful di Rebecca Renna
Per acquistare il mio nuovo libro,

“T U T T O”:

-Scrivi alla casa editrice Aletheia Editore richiedendone una o più copie: aletheiaeditore@gmail.com

Nuova recensione: 10 Notti, il romanzo di Nicolò Lettieri.

Recensione del libro 10 Notti, di Nicolo’ Lettieri

Buongiorno cari lettori, come state? In questa giornata un po’ buia, ho pensato di distrarvi con una nuova recensione. In particolare, oggi vi parlo del romanzo di un mio amico, Nicolò Lettieri, che ha pubblicato per la prima volta con la mia stessa casa editrice, Aletheia Editore.

 

Trama ed info generali sull’opera

Il rito delle cuffie nelle orecchie, la musica che scorre nelle vene e risveglia sensazioni per tanto rimaste silenti. E poi, le stelle, amiche e fedeli osservatrici, soprattutto dei ricordi.

Questa, la cornice delle parole di Nico.

“Tornò alla realtà. Era seduto su quella panchina e aveva rivisto dopo tanto tempo quel ricordo. Forse aveva capito anche perché: il cielo non voleva che lui dimenticasse.

Dimenticare i grandi amori non è mai bello se non impossibile. Portano dolore, portano lacrime che bagnano i cuscini, portano rabbia. E questo lui lo sapeva benissimo. 

Era rimasto lì finché era diventata notte, così si alzò e tornò a casa mentre nella sua testa vorticavano ancora i sorrisi di quella prima sera.”

Un racconto notturno, perché il romanzo di Nicolò Lettieri è esattamente questo: un percorso che attraversa dieci notti, protagonista delle quali è essenzialmente anche il protagonista supremo della vita, l’amore.

Ora mi vorrei soffermare su una di queste: la terza. Quando la leggerete anche voi, mi direte che cosa ne pensate, ma a me ha ricordato moltissimo la scena di uno dei miei film preferiti, Serendipity. Vediamo se, una volta letta, avrete avuto anche voi la mia stessa percezione. Vi do un piccolo indizio, minuscolo come l’oggetto in questione… un penny.

milky-way-984050_1920

Il resto delle notti è carico di emozioni e sensazioni. L’immaginazione è inevitabile, come del resto lo è il trasporto emotivo generato dai ricordi, quelli del protagonista, ma anche quelli di chi legge. Tra le pagine traspare sentimento, immagini percettive, come il profumo del peluche, l’orsetto bianco. Salti temporali, flashbacks e metafore vi culleranno durante il viaggio che Nicolò vi fa vivere attraverso le sue parole.

“Per qualche motivo, quell’orsetto era rimasto a casa sua una sera e quando tutto era finito, lui l’aveva posato su quella mensola, fino a quel momento. Le note finirono e lo riportarono alla realtà.  L’orsetto lo guardava fisso negli occhi, come a chiedergli di non lasciar scorrere quella lacrima sulla sua guancia… come a indicare che c’era lui in sua presenza e che la tristezza doveva esser scacciata via. Lo girò e sulla schiena c’era un’etichetta. Un messaggio con la grafia di lei.

<<I profumi a volte accendono emozioni, accendono ricordi belli e brutti. Io voglio che questo profumo venga custodito da questo orsetto e che tu lo mantenga nel tuo cuore così da non dimenticarti mai di noi e usarlo come chiave nel caso scordassi dove lo metterai nel tuo cuore… I love you>>.”

I salti temporali vi faranno girare la testa dall’emozione, fidatevi.

Se vi dicessi, poi, che l’amore è un grande sostenitore dei sogni e che la distanza non cancella i ricordi, ma li rende addirittura più concreti? Se volete scoprire di più su questo concetto, continuate nella lettura del libro “10 Notti”, non ve ne pentirete.

nuts-2813318_1920

 

Conclusioni 

“Dieci notti” è la dimostrazione che gli oggetti non sono statici, non sono solo articoli inanimati. Sono tratti delle anime degli amanti, indelebili come il sentimento che ci viene ampiamente mostrato nell’opera.

Il tutto è descritto con delicatezza, persino i gesti più intimi. Niente paura: non incapperete affatto in una lettura banale, con Nicolò Lettieri andate a colpo sicuro.

Auguro dunque a tutti, una buona lettura.

 

P.S. Il finale vi sorprenderà!

 

Contatti dell’autore e MODALITÀ di ACQUISTO:

-Per l’acquisto del romanzo, contattate pure l’autore nei Direct di Instagram (link sottostante) oppure inviate una mail richiedendone una o più copie alla casa editrice aletheiaeditore@gmail.com

Pagina Instagram

 

Rebecca Renna, autrice e blogger.

 

Puoi trovarmi anche qui:

Instagram: @suaviterre

Twitter: @Rebix96

Facebook: Rebecca Renna

Gruppo ufficiale Facebook fondato da mio papà: Powerful di Rebecca Renna

 

Per acquistare il mio nuovo libro,

T U T T O”:

-Scrivi alla casa editrice Aletheia Editore richiedendone una o più copie: aletheiaeditore@gmail.com

 

 

Questione di parole, sentimenti e frasi d’effetto. Recensione degli scritti di Riccardo Bertolin.

Buon sabato, amici lettori!
Come state?

Oggi voglio condividere con voi alcune frasi di un giovane scrittore, Riccardo Bertolin, che è in grado di sfornare un pensiero per ogni giorno.

In particolare mi ha colpita “Quel sentimento”… eh sì, proprio quello!

Quel sentimento che ti taglia in diagonale, che rende mortale ogni tua confusione sentimentale, e in tutta questa oscura spirale, qualsiasi cosa diventa spettrale e tu, stai male. 

Semplice, coinciso, diretto. Riccardo va dritto lì, al cuore.

heart-1164739_1920

 

E poi, Riccardo ci mostra anche delicatezza nella sua “Vivaldi”. Leggete un po’…

Si muoveva come la Primavera di Vivaldi, pur trasparendo, a tratti, il principio di una Tempesta.

watercolor-1020509_1920

E poi, per concludere, vi lascio con quello che personalmente ho percepito come un augurio…

Brinderai alla fine e sarai felice per un nuovo inizio, ma ti volterai indietro come se ogni anno fosse una madre da abbandonare.

Eh sì, perché ogni giorno, mese o anno che sia, si porta dietro un qualcosa di noi, un qualcosa di chi abbiamo amato, un qualcosa di chi ancora non conosciamo ma che, forse siamo destinati a conoscere, prima o poi.

Tutto passa, la tempesta cessa, l’arcobaleno ogni tanto tornerà a salutarci… A volte è soprattutto questione di tempo.

Mentre aspettate, fatevi un giro sulla pagina Instagram di Riccardo Bertolin. Sicuramente troverete un pensiero che faccia al caso vostro.

Grazie dell’attenzione.

Puoi trovarmi anche su:

Instagram

GruppoFacebook

-e-mail: rebecca.renna@yahoo.com

Rebecca Renna, autrice e blogger.